Vuoi provare a Lugano la nuova Audi RS e-tron GT quattro?
Allora prenota subito il tuo “TEST-DRIVE”

L’Audi più potente mai costruita! Ti aspetta un salotto con 646 cavalli di potenza: una supercar elettrica dal comfort eccellente, che ama farti divertire tra le curve.

CHIARIAMO SUBITO UNA COSA: 

Voglio SOLO Farti PROVARE il divertimento di una Vera Supercar Elettrica

NON LAVORO PER NESSUN GARAGE/CONCESSIONARIO/IMPORTATORE E NON VOGLIO VENDERTI L’AUTO

Organizzo test-drive innovativi, creo speciali esperienze di guida in pista e offro la mia consulenza automobilistica indipendente a privati e aziende. 

Come funzionano i nostri TEST DRIVE 

01

aCCOGLIENZA

Verrai accolto nella nostra sede nel centro di Lugano; caffè, bibita e dolcetti saranno a tua disposizione

02

BRIEFING

Ti racconterò tutte le caratteristiche tecniche e funzionali della Supercar che avrai scelto di guidare.

03

AL VOLANTE

Vivrai 60 minuti al volante per apprezzare il mix di sportività e comfort che solo le nostre Supercar possono regalarti.

04

VIDEO

Nei giorni successivi all'evento riceverai un video della tua esperienza al volante registrato dalle nostre on-board camera.

PRESENTAZIONE DELL’AUTO IN BREVE

Una supercar unica nel suo genere 

RS è la sigla che contraddistingue i modelli a più alte prestazioni della casa di Ingolstadt a partire dal 1994. È l’acronimo di “Renn Sport”, che significa “sport da corsa”.

È l’apoteosi del potenziale sportivo che Audi è in grado di mettere sul piatto.

Non fa eccezione questa RS e-tron GT quattro, alla quale è stato dato un super powertrain elettrico che arriva ad erogare la bellezza di 646 cavalli, messi a terra con sicurezza e maestria dalla sua ineguagliabile trazione integrale; si tratta di una trazione elettrica basata su 2 motori – uno all’anteriore e uno al posteriore – quindi in grado di gestire in tempo reale la distribuzione della coppia motrice tra gli assi.

La piattaforma è la J1, quella condivisa con la cugina Porsche Taycan, sviluppata appositamente per creare una granturismo elettrica ad alte prestazioni.

Questa supercar non va solo forte, affronta le curve in modo stabile e con un ridottissimo rollio.

Resta aggrappata all’asfalto restituendoti sempre il corretto feeling. Digerisce le asperità dell’asfalto come una comoda berlina di lusso ma ti lancia fuori dalle curve con una decisione senza precedenti.


È aggressiva al punto giusto senza essere mai troppo secca o sgarbata, a meno di togliere i controlli di trazione e stabilità, ma è cosa da lasciare ai piloti professionisti.


Il peso c’è e non si può andare contro le leggi della fisica, ma si avverte solo nelle frenate più violente o se esageri davvero troppo in curva; insomma, se non la guidi da pilota, difficilmente esplorerai i suoi limiti.

“Basta un filo di gas per andarsene a spasso in un comfort assoluto, garantito sia dall’assenza di rumore del motore e degli scarichi, ma anche dalla comodità dei sedili e dalla eccellente insonorizzazione. Bastano pochi minuti al volante per dimenticare le quasi 2 tonnellate e mezzo che stai portando in giro.”

Per leggere tutte le caratteristiche dell’auto: clicca qui

NON VOGLIO VENDERTI L’AUTO

Ecco perché dovresti scegliere i nostri Test-Drive 

Vivrai un’esperienza coinvolgente e piena di contenuti, nella quale potrai apprezzare il sofisticato mix di potenza, tecnologia e comfort che solo queste supercar possono regalarti.

Non siamo interessati a sapere perché vuoi venire a provarla: che tu venga perché hai intenzione di comprarla, perché sei appassionato/a oppure semplicemente perché sei curioso/a, siamo qui per farti vivere un’esperienza unica: divertente e appagante.

Non siamo rivenditori e non abbiamo alcun rapporto contrattuale con i marchi delle nostre supercar.

Sei abituato/a a pensare al “test-drive” come ad una semplice prova dell’auto, nel corso della quale normalmente ti trovi a fianco del venditore tra un semaforo e l’altro, a velocità tipiche del traffico cittadino, mentre il venditore prova in tutti i modi a venderti l’auto.

Se poi l’auto non vuoi neppure comprarla probabilmente ti vergogni a chiedere di provarla.

Oppure, se non chiedi un preventivo, magari non te la fanno provare.

Se vuoi saperne qualcosa in più probabilmente vai a guardarti i video sui vari canali Youtube nei quali giornalisti, concessionari ed influencer ti dicono cosa ne pensano.

Ma troverai solo il LORO giudizio soggettivo. Perché l’auto è come il vino: dipende dal palato. E devi “assaggiarla” per davvero se vuoi scoprirne il “gusto”.

La Mia prova su strada

 

Proprio come te, anche io sono un appassionato e sono il primo a testare le auto. Dopo anni di supercar ho deciso di mettere alla prova (lo ammetto, con tanto scetticismo iniziale) le GT elettriche. Ti racconto la mia prima volta al volante di questa Supercar.

 

Regolata la giusta posizione di guida sono pronto ad accenderla. In realtà si accende solo il quadro strumenti perché il motore è avviato ma resta zitto.

Nell’abitacolo entra solo un sibilo: il suono artificiale che avverte i pedoni dell’arrivo dell’auto. Seleziono la modalità di guida “Efficiency”. L’auto si abbassa di 22mm per ridurre al minimo i consumi, grazie ad una migliore penetrazione aerodinamica e all’utilizza della sola trazione anteriore.

Inserisco la marcia avanti (Drive) con il tasto a leva sull’ampio tunnel centrale e premo l’acceleratore. Con moderazione però, perché so che ci sono tanti cavalli pronti a farmi quasi decollare.

L’auto si muove mansueta e sicura.

Lo sterzo è dolce e preciso. Esco dalla zona trafficata e aumento leggermente il ritmo.

Un silenzio incredibile mi avvolge, come se intorno non ci fosse nessuno.

Aumento il ritmo e decido di cambiare modalità di guida, passando direttamente a “Dynamic”, che regola le sospensioni sulla minima altezza, porta una maggiore durezza sullo sterzo, una risposta più pronta dell’acceleratore e un irrigidimento delle sospensioni.

La strada è libera davanti a me e posso finalmente provare a schiacciare, almeno fino al limite consentito: neanche il tempo di rendermene conto e sono già al limite consentito!

La sensazione che ho provato? Incredibile: il balzo in avanti dell’auto è stato contemporaneo al mio input di accelerare.

Proprio come quando accendi la luce: schiacci il pulsante e la luce si accende istantaneamente.

In pochi istanti ho capito quanto la guida elettrica possa essere davvero entusiasmante, anche per chi, come me, viene dal mondo delle auto tradizionali.

In autostrada attivo i sistemi di assistenza alla guida – gli ADAS – che praticamente pensano a tutto: adeguano la velocità ai limiti “leggendo” i cartelli, mantengono la distanza dall’auto che mi precede, frenano e accelerano tutte le volte che serve, impediscono alla macchina di uscire dalla corsia agendo sullo sterzo e riportandola al centro.

Insomma, a parte il fatto che dovevo tenere il volante (perché non è ancora consentita la guida autonoma), non avevo da pensare a nulla che non fosse godermi il viaggio e la musica, in un silenzio tipico di uno chalet di montagna quando fuori è caduta molta neve.

I kilometri scorrono senza che abbia alcuna voglia di farmi una pausa. Ma dopo circa 250 km ho previsto la sosta – seguendo il trip planner del navigatore – durante la quale pranzo mentre la colonnina fast mi ricarica le batterie al ritmo di circa 97 kWh.

Essendo pre-riscaldate l’auto ha potuto ricevere fin da subito tutta la potenza erogabile. In 35 minuti ho riportato la carica dal 12% all’80% e riparto nel silenzio.

La velocità di reazione del posteriore cambia a seconda della modalità di guida, ma per apprezzarne le doti decido di affrontare un percorso di montagna, ricco di curve e qualche tornante. Esco dall’autostrada e inizio a costeggiare il lago per poi salire verso il passo.

I cambi di direzione sono precisi e stabili, l’auto non si scompone mai. Ha un comportamento prevedibile, diretto e sincero, e mi trasmette una sensazione di grande sicurezza.

Le ruote sterzanti e il volante mai troppo pesante rendono l’auto molto maneggevole nelle curve lente mentre i controlli di trazione e stabilità vigilano costantemente sul comportamento dinamico e intervengono in modo fulmineo ma progressivo quando esagero un po’.

La temperatura scende rapidamente e incontro un tratto viscido. L’auto è dotata di pneumatici invernali e divora ogni tratto di strada con una tranquillità disarmante.

Giro la macchina e torno a valle.

Ho davanti qualche km di discesa e mi sintonizzo sulla frenata rigenerativa. In questa tratta il consumo resta prossimo allo zero.

Con il paddle al volante attivo un po’ di frenata rigenerativa – per nulla eccessiva o invadente – ma poi opto per la modalità “’automatica”, che consente alla RS di agire in modo predittivo: monitora il tratto che sto percorrendo e rallenta in maniera piu’ decisa in prossimità di un incrocio o di una svolta e quando mi sto avvicinando ad un’altra auto che mi precede.

Così facendo mi agevola rallentando l’auto prima che io decida di premere il pedale del freno ma soprattutto utilizza i motori per farlo e non l’impianto frenante.

Questa RS non è come le altre elettriche: quando rilasci il pedale del gas non inizia subito a rallentare ma percepisci il veleggio tipico del cambio in “folle”.

A questa supercar è stato destinato il compito di essere comoda e innovativa ma anche iper-sportiva, per riuscire a coniugare le esigenze del comfort quotidiano alle velleità corsaiole dei clienti più esigenti.

Dopo gli ultimi 60 km di autostrada rientro in città ascoltando un po’ di musica dall’eccellente impianto B&O.

Sono in mezzo al traffico ma non sento praticamente nessun rumore esterno: sono in una confortevole bolla. Incrocio qualche tombino, alcune buche e un paio di dossi, ma tutte le irregolarità scorrono sotto di me smussate egregiamente dalle sospensioni veramente speciali.

È purtroppo arrivato il momento di scendere. La fine di un viaggio in auto normalmente è il momento piu’ atteso, perché guidare è faticoso, il traffico stressa e mantenere la concentrazione stanca.

Devo ammettere che in parte è vero e, anche se amo guidare, qualche volta l’ho pensato. Ma con una supercar come questa ti viene voglia di organizzare vacanze lontane e prendere appuntamenti fuori zona pur di poterla guidare tutte le volte che puoi!

Per leggere la recensione completa: clicca qui

RS e-tron GT è un brand di Carlo Cocconcelli

Consulente automobilistico indipendente e organizzatore di esperienze di guida

Mi chiamo Carlo Cocconcelli, classe 1975. Coltivo la passione per le auto fin da bambino: mi sono letteralmente “bevuto” intere collezioni di riviste specializzate e sono cresciuto con il desiderio di trasformare questo interesse nel mio lavoro, mettendo a disposizione degli altri le mie competenze acquisite sul campo.

La vita mi ha regalato grandi soddisfazioni sia a livello personale che sul piano lavorativo, e nel corso degli anni ho potuto togliermi qualche piccola e grande soddisfazione a 4 ruote.

Non c’è passione che non sia in grado di condurti sempre verso una nuova conoscenza. A patto di continuare a cercare, curiosare e provare. L’apertura mentale al cambiamento è quello che mi ha sempre caratterizzato, l’unico vero pregio che mi riconosco davvero. E quando sei consapevole che l’unica certezza nella vita è che le cose cambiano, sei anche pronto ad accettare quello che ti sta per succedere e ad accoglierlo come una benedizione, qualunque conseguenze abbia.
Ho sempre cercato di cogliere il meglio da quello che arrivava e trasformare il cambiamento in una opportunità. Perché quello che volevo ad un certo punto non lo trovavo e così ho deciso di crearlo!
Ecco perché i miei prodotti sono unici e non li troverai da nessun’altra parte! 

I brand di Carlo Cocconcelli 

©Copyright 2021 cambioauto.ch; Via Cantonale 1, CH – 6900 Lugano; info@cambioauto.ch